Tradizioni natalizie norvegesi - Articoli - visitoslo.com

Tradizioni natalizie norvegesi

I festeggiamenti sono basati sulle tradizioni cristiane, con elementi norreni e del’hannuka ebraico. Oltre a nuovi elementi che vengono adottati di tanto in tanto.

L’Avvento a Oslo 

Dalla fine di novembre Oslo viene contraddistinta dallo shopping natalizio e dai preparativi per il Natale. Il primo weekend dell’avventol’albero di Natale e le strade del centro vengono illuminati. In questo periodo ci sono vari concerti di Natale e caratteristici mercatini di Natale.

Nel periodo dell’avvento è consuetudine norvegese che i datori di lavoro, le associazioni e le compagnie di amici organizzino una julebord (tavolata di Natale); si tratta di una cena o di una festa prenatalizia con piatti tipici per questo periodo dell’anno. Le strade si riempiono di gente soprattutto nel weekend, e i ristoranti e i locali sono spesso pieni per queste tavolate di Natale.

 

L’antivigilia di Natale, il 23 dicembre

Glass angel, Christmas market at the Folk Museum
Glass angel, Christmas market at the Folk Museum
Photo: VisitOSLO/Nancy Bundt

Molte famiglie hanno una propria tradizione per la sera, ad esempio addobbare l’abero e preparare le torte di pampepato a forma di casa. Altri mangiano il tipico risolatte con zucchero, cannella e burro. Nel riso viene nascosta una mandorla, e chi la trova riceve in premio un maialino fatto di marzapane!

 

La Vigilia di Natale, 24 dicembre

La Vigilia di Natale è il giorno principale per i festeggiamenti natalizi in Norvegia. La prima parte della giornata è dedicata di solito allo stress dell’acquisto degli ultimi regali, o ad un’ora di riflessione e preghiera in chiesa. Alle cinque del pomeriggio arriva l’atmosfera natalizia, e la maggior parte dei norvegesi è a cena a casa o da qualche parente. I regali di Natale sono già stati messi sotto l’albero, e vengono aperti durante la serata.

Naturalmente non tutti festeggiano il Natale in Norvegia, ma la maggior parte segue queste tradizioni in modo più o meno rigoroso. Molti norvegesi appartenenti a minoranze etniche festeggiano il loro Natale a loro modo, ma con elementi del Natale norvegese. Essendo questa una serata prettamente dedicata alla famiglia e alla casa, molti ristoranti e locali sono chiusi e le strade sono molto silenziose.

 

Periodo natalizio 25-30 dicembre

I giorni tra il Natale e Capodanno sono spesso pieni di impegni familiari, con cene, feste e visite. Dal 26 dicembre la gente ricomincia ad uscire e c’è decisamente più vita in centro. A partire dal 27i negozi riaprono e lo sport preferito è cambiare i regali appena ricevuti ma che non hanno soddisfatto i gusti personali.
 

Specialità del Natale, incluse le leccornie natalizie

Pinnekjøtt
Pinnekjøtt
Photo: Fursetgruppen

La cena natalizia che va per la maggiore è quella composta da costolette di maiale, ma anche lutefisk (merluzzo), pinnekjøtt (agnello), merluzzo lesso, prosciutto al forno e tacchino sono piatti consueti. La maggior parte dei ristoranti di pesce e di specialità norvegesi servono piatti tipici della stagione a novembre e dicembre. Molti bevono una birra natalizia mentre degustano le specialità. La birra natalizia è più scura della consueta birra norvegese, ed è in vendita nei negozi a partire da novembre.

Il risolatte è un piatto di lunga tradizione, che tradizionalmente viene mangiato dal folletto della stalla! In campagna viene messa una ciotola di risolatte fuori dalla porta per il folletto. Se avanza un po’ di risolatte dalla ciotola, viene preparata una crema di riso con una salsa rossa, un dessert tipico della cena di Natale.

Pepperkaker (Christmas cookies)
Pepperkaker (Christmas cookies)
Photo: VisitOSLO/Nancy Bundt

Nel periodo dell’avvento la bevanda tipica è il gløgg, una bevanda calda e speziata imparentata con il tedesco Glühwein. Il gløgg di solito è fatto con del vino rosso, ma si trovano anche varianti senza alcol. Trovi il gløgg nella maggior parte dei mercatini di Natale a Oslo, dove puoi anche gustare i biscotti di pampepato! I biscotti di pampepato (pepperkaker) vengono venduti e mangiati in quantità industriali nel periodo natalizio. Molti genitori preparano i biscotti di pampepato con i bambini, e i più paziente si cimentano anche nella costruzione della tradizionale casa fatta di biscotti (pepperkakehus). Questa casa di biscotti viene utilizzata prima come addobbo natalizio e poi viene mangiata una volta terminato il Natale.

Il Natale è naturalmente la stagione per dolci e leccornie varie. Il marzapane viene venduto in quantità enormi. Nidar, una delle principali ditte produttrici, stima che circa 5 milioni di norvegesi mangino ben 40 milioni di figurine fatte di marzapane nel periodo natalizio!

Noci e cioccolata sono prodotti che trovate in ogni salotto a Natale. Altre leccornie natalizie tradizionali come le mandorle e le mele caramellate hanno perso popolarità nelle case norvegesi, ma le trovate nei vari mercatini di Natale.

 

Addobbi natalizi

Prima del Natale è consuetudine addobbare la casa con folletti, angeli, stelle, cuori, corone fatte di pigne, e magari con un presepe o una casetta di biscotti di pampepato. Sempre più gente addobba la casa con luci e corone visibili dall’esterno. L’albero di Natale è una consuetudine in ogni salotto. L’albero ha la tradizionale stella sulla cima e viene decorato con tutti gli addobbi immaginabili. Visita uno dei mercatini di Natale in città per vedere o acquistare le tradizionali decorazioni norvegesi.

Orari di apertura

Il 25 e il 26 dicembre, e il 1 gennaio, sono giorni festivi e la maggior parte dei negozi e delle attrazioni sono chiusi. 

Il 24 dicembre e il 31 dicembre non sono festivi, ma i negozi e gli uffici, oltre a molte attrazioni, hanno orari molto ridotti o restano chiusi. 

L'ufficio informazioni turistiche Oslo Visitor Centre (presso Oslo S) è invece aperto tutti i giorni, tutto l'anno!

Visitoslo.com uses cookies

for statistics etc. By using the site, you consent to our use of cookies. Read more.

Close